«Un giorno di lutto per ricordare le due vittime»

Dopo il tragico incidente alla Masterplast, si terrà domnai un consiglio comunale aperto, per discutere il tema della sicurezza. «Ne parleremo in consiglio - anticipa il sindaco Giuseppe Ripamonti - mentre verrà proclamato un giorno di lutto in concomitanza con i funerali delle vittime. Anche se la data delle esequie non è stata ancora fissata». La Masterplast, ha sottolineato il sindaco «Era un’azienda giovane, nata pochi mesi fa e non era considerata a rischio. Di solito macchine come l’estrusore sono abbastanza sicure».
Scene strazianti subito dopo l’incidenti, i colleghi di lavoro che si abbracciavano in lacrime, le grida di dolore della moglie della vittima del Burkina Faso, la processione di un centinaio di africani alla camera mortuaria di Vimercate, dove era stata composta la salma del loro connazionale. È dovuto intervenire anche l’assessore regionale alla Protezione civile Massimo Ponzoni per consentire la visita. «Provoca un grande dolore quello che è successo Alle famiglie va tutta la nostra solidarietà». Ha commentato Ponzoni rimasto sul posto per tutta la notte. «Il nostro impegno continua perché simili tragedie non avvengano mai più».
L'incidente costato la vita a due dipendenti «...ripropone, con tutta la sua drammaticità il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro» affermano i sindacati Filce-Cgil, Femca-Cisl e Uilcem di Milano e Brianza, secondo cui occorrono «Subito misure per incrementare la sicurezza». A giudizio delle tre organizzazioni oltre ad elevare le misure di tutela «si deve qualificare ed estendere la contrattazione di secondo livello con particolare attenzione ala sicurezza anche nelle piccole imprese, ricordando che una percentuale altissima degli infortuni accade in realtà con meno di 10 addetti».