Il giorno più lungo. E più sicuro

Virginia Polizzi

Non c’è da preoccuparsi. Chi rimane in città può dormire sonni tranquilli. Infatti anche se tutti i vicini, più fortunati o forse più ricchi di noi, se ne sono andati in vacanza, le Forze dell’ordine rimangono a farci compagnia e soprattutto a vigilare sulla nostra sicurezza.
E se c’è chi dice, come i Vigili del fuoco, che ferragosto è un giorno come altri, quindi il personale non è stato nè diminuito nè aumentato - assicurando però che il livello di allerta è sempre massimo e che possono contare su 1.800 uomini-; i carabinieri, hanno messo a punto, per questo weekend lungo, un piano straordinario di controllo su tutto il territorio provinciale. Che già ha portato i suoi frutti: da venerdì scorso l’Arma ha totalizzato 69 arresti e 85 denunce: contro i topi di appartamento che iniziano gli straordinari quando tutti gli altri vanno in ferie; contro gli scippatori che educatamente danno il benvenuto ai turisti che affollano il Bel Paese; contro i comuni ladri o malintenzionati che scorrazzano per vie e parcheggi e magari decidono di farsi una macchina nuova, la nostra.
A proposito di quattro ruote attenzione, in questi giorni, a imitare Schumacher sulle strade o guidare dopo un’allegra cena in compagnia di amici e magari anche del caro e vecchio Bacco. I carabinieri hanno potenziato i posti di blocco e i controlli della circolazione stradale, soprattutto di notte. Mettendo in campo tutti i dispositivi in loro possesso, fino al fior fiore delle ultime tecnologie: dall’etilometro agli autovelox notturni, al Provida - sistema di rilevamento velocità ma anche di lettura targhe, nell’eventualità che l’auto sia rubata. Nell’ambito di questa operazione, sempre da venerdì scorso, sono stati fermati oltre 5mila autoveicoli e quasi 8mila persone con un bilancio di 39 mezzi sequestrati e 36 patenti ritirate. L’Arma sarà presente con le sue forze anche nelle località di mare e laghi con motovedette e unità di natanti; e nei parchi e ville cittadine con carabinieri a cavallo e unità cinofile.
Sulla stessa linea di potenziamento si è mossa la Guardia di finanza che ha schierato 260 uomini, 31 unità navali e tre elicotteri. Il tutto per garantire vigilanza aeronavale e controlli soprattutto nei porti commerciali e turistici del Lazio.
Più soft la linea adottata dalla polizia che comunque assicura: «Non abbiamo adottato piani di potenziamento particolari ma i soliti controlli non mancheranno - dicono dal comando -. Specialmente nei luoghi di maggiore aggregazione e turistici, come fuori dai musei o nelle vie del centro». Assicurano guerra ai saccheggiatori anche con personale in borghese e ammettono che purtroppo molto lavoro, in questi giorni, glielo hanno dato i criminali che hanno appena beneficiato dell’indulto.
Alla fine di questa lunga sbirciata nel ferragosto di fuoco delle Forze dell’ordine, gli unici ad ammettere di aver mandato in vacanza buona parte del personale sono i vigili urbani. «La città si è svuotata e noi ne approfittiamo per fare un po’ di ferie», dicono dal comando. Qualche multa in meno quindi. Ma questa, per i poveri romani rimasti in città, potrebbe essere anche una buona notizia