Il giorno della virtù civile dedicato a Libero Grassi

Lunedì sarà celebrata la «Giornata della virtù civile», organizzata per il terzo anno dall'Associazione civile Giorgio Ambrosoli, intitolata all'avvocato liquidatore della Banca Privata ucciso nel 1979 per aver svolto il suo ruolo seguendo i principi di giustizia e di rettitudine. Lo scopo dell'iniziativa è quello di richiamare ai valori di una convivenza sociale giusta, libera e conforme ai principi della Costituzione. Quest'anno la Giornata è dedicata a Libero Grassi, l'imprenditore siciliano ucciso dalla mafia nel 1991 per aver denunciato pubblicamente il pizzo, sopruso odioso e iniquo. Due anni fa la prima di queste Giornate fu dedicata a Giorgio Ambrosoli, lo scorso anno a Guido Galli, magistrato, anch'egli ucciso nel 1980, vittima del suo impegno contro il terrorismo. «Sono esempi uniti non solo dalla stessa fine, ma soprattutto dalla stessa volontà di contribuire alla costruzione di un Paese migliore» sottolinea Umberto Ambrosoli, presidente onorario dell'associazione che porta il nome del padre. «La dedica a Libero Grassi - continua - è importante: in questi vent'anni le imprese e le persone hanno acquisito piena consapevolezza che è possibile alzare argini efficaci alla criminalità organizzata, e questa coscienza collettiva porta i suoi frutti in un percorso nel quale Libero Grassi è stato precursore di impegno e coscienza civile. Sta cambiando la cultura non solo delle istituzioni, ma dei cittadini in prima persona: e questo è moltivo di speranza e di fiducia».
La Giornata di lunedì si articolerà in diverse iniziative che culmineranno, alle 19.30, con un concerto dell'orchestra dei Pomeriggi musicali che si svolgerà al Teatro Dal Verme, il cui programma comprende musiche di Vivaldi, Haydn e Mozart (ingresso gratuito con biglietti ritirabili alla cassa del teatro fino a esaurimento). Il concerto sarà preceduto da una tavola rotonda sui temi della «convivenza civile e del rispetto della legalità» alla quale parteciperanno Pina Maisano, vedova di Libero Grassi, il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, il presidente dell'Assolombarda, Alberto Meomartini, il presidente onorario dell'Associazione civile Giorgio Ambrosoli, Umberto Ambrosoli; moderatore sarà Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio 3.Sempre lunedì, nell'aula magna dell'Università Bocconi Giuseppe Pignatone, procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, terrà una lectio magistralis su «mafia al Sud e al Nord». Altre iniziative riguardano le scuole: al Teatro Litta sarà rappresentato uno spettacolo sulla vicenda di Giorgio Ambrosoli, al Teatro Dal Verme sarà proiettato un documentario che raccoglie interviste e testimonianze sull'impegno di Libero Grassi, con riferimenti all'attualità e all'inflitrazione della mafia nelle regioni del Nord Italia. Il coinvolgimento prevede infine anche gli alunni delle scuole elementari, con la premiazione di un concorso di disegni legati ai temi della virtù civile.