Giovane di 26 anni violentato in strada Presi due viados

Due viados sudamericani, «Sabrina», peruviano di 29 anni, e «Mariana», argentino di 25, sono stati fermati dai carabinieri di Corsico con l’accusa di aver stuprato un italiano di 26 anni nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, dopo averlo adescato nei pressi del Freelife, locale di Milano. Attorno alle 2 di notte, il giovane, insieme a un amico, aveva conosciuto i due viados e, credendoli donne, aveva accettato un passaggio in auto verso casa. Arrivati a Corsico, in viale Italia, ne era nato un approccio. Resosi conto dell’errore, l’italiano si era però tirato indietro. A quel punto, secondo quanto ha denunciato il giorno successivo ai carabinieri, i due sudamericani lo avrebbero picchiato, derubato di cellulare e soldi, costringendolo poi a turno a rapporti sessuali. Dopo la denuncia, la notte tra il 4 e il 5 gennaio il giovane è tornato sul posto con i militari e ha riconosciuto i due, che si prostituivano in zona, facendo scattare il fermo.