Giovane accoltellato nella sua casa Fermato un algerino

Gli agenti l’hanno incrociato sulle scale, sporco di sangue e intento a scappare dall’edificio in via Vitruvio. In mano una busta, dentro il cellulare sottratto alla sua vittima. Mohammed B., algerino di 25 anni, ieri notte aveva appena accoltellato all’addome un italiano residente nello stabile. Forse perché scoperto mentre frugava tra i cassetti all’interno della casa di Massimo M., 33enne. Erano state proprio le urla del ferito a richiamare l’attenzione della pattuglia, impegnata nella consueta ronda in zona Centrale. Arrivati in mansarda, i poliziotti hanno trovato la porta aperta e, stranamente, senza segni di effrazione. Massimo M., prima di essere trasportato in ospedale, ha raccontato di essersi svegliato e di aver trovato l’algerino già dentro casa sua.