Giovane albanese ucciso all’Arco di Travertino

Un giovane albanese ferito ieri mattina a colpi di pistola in strada, è morto nel pomeriggio in ospedale dove i sanitari hanno inutilmente tentato di salvarlo. Jorgo Dhimo, di 21 anni, secondo quanto accertato dagli agenti del commissariato Appio, che conducono le indagini, si trovava in via Arco di Travertino, nei pressi di un campo nomadi nel quartiere Appio nella periferia Sud, quando è stato raggiunto da tre colpi di arma da fuoco, due all’addome e uno a un braccio. Soccorso, Dhimo è stato portato all’ospedale Vannini dove è stato ricoverato. Le sue condizioni sono andate progressivamente peggiorando fino a quando nel pomeriggio è morto.
Proseguono intanto le indagini dei Carabinieri di Tivoli sulla sparatoria avvenuta sabato sera a Tor Cervara, in un altro campo nomadi, nella quale aveva perso la vita un romeno e altri due suoi connazionali erano rimasti feriti. I militari, che sono arrivati per primi sul luogo della sparatoria, hanno ipotizzato una lite o un regolamento di conti tra stranieri. La persona uccisa e le altre due che sono rimaste ferite potrebbero avere avuto una lite con qualcuno non ancora identificato - sicuramente uno o più connazionali - che poi è degenerata. L’altra parte si sarebbe armata e avrebbe sparato un numero di colpi non ancora accertato definitivamente. La vittima è un giovane di 26 anni, denunciato lo scorso anno proprio dai carabinieri per aver rubato rame. I feriti sono invece anagraficamente più grandi; uno dei due è il suocero della vittima; l’altro è invece un conoscente. Le loro condizioni sono serie ma non preoccupanti.