Giovane bosniaca morta all’interno di una favela

Una ragazza nomade di origine bosniaca, di 24 anni, è stata trovata morta ieri a mezzogiorno sul suo letto all’interno di un piccolo insediamento abusivo sotto il ponte dell’autostrada Roma-Fiumicino in via della Magliana. A trovare il cadavere è stato il padre della giovane. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato San Paolo e il medico legale che ha messo la salma a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso, ma da un primo esame, non risultano esserci segni di violenza sul corpo.