Il giovane ha ucciso sotto l’effetto dell’anfetamina

Ha massacrato a coltellate Valentina Colangelo, la sua fidanzata e convivente di 25 anni, sotto l'effetto dell'anfetamina Davide Folli, il 25enne milanese fermato giovedì notte subito dopo il delitto e ora rinchiuso a San Vittore con l'accusa di omicidio. A confessare di aver preso anfetamina in polvere è stato lo stesso giovane, interrogato dal pm di turno, Grazia Pradella. Questa versione inoltre è compatibile con gli esami tossicologici disposti subito dopo l'interrogatorio dal magistrato. Le analisi hanno infatti confermato che l'assassino, prima di uccidere la sua convivente aveva assunto un ingente quantitativo di anfetamina. Ed è quindi presumibile che sia anfetamina quella polvere bianca di cui sono state trovate tracce nell’appartamento della copia.