Giovane mamma lituana partorisce una bimba e l’abbandona in ospedale

Questa volta, almeno, il neonato si è salvato. Infatti una cittadina lituana di 22 anni ieri ha abbandonato nell' ospedale Villa Scassi di Sampierdarena la figlia partorita due giorni fa e poi si è resa irreperibile. Una storia triste, dunque, ma appunto non tragica come quella dei troppi casi di cronaca che riportano di bimbi appena nati e subito buttati nei cassoneti della spazzatura come spiacevoli e ingombranti rifiuti. I carabinieri hanno immediatamente avviato ricerche per rintracciare la donna e hanno già annunciato che la denunceranno per abbandono di minore. Intanto, però, la giovane straniera è scomparsa e chissà dove può trovarsi in queste ore.
Tutto quello che si sa di lei è che è nubile, domiciliata a Genova e aveva partorito la bambina a Villa Scassi domenica scorsa. Ieri mattina, improvvisamente e senza aver lasciato trapelare nulla di quelle che in fin dei conti erano le sue vere intenzioni, ha scritto un breve biglietto e ha lasciato il reparto maternità. Chi l’ha letto ha riferito che in quelle righe traspariva la sua disperazione per quanto stava facendo.
A prescindere però dall’estrema tristezza di questo comportamento, è evidente che la donna ignorava il fatto che sul territorio italiano qualunque madre può decidere di non tenere il proprio bambino subito dopo il parto, a condizione che firmi una dichiarazione in tal senso.
La bambina comunque è tuttora ricoverata nel nido ospedaliero.