Giovane muore investito in autostrada

Un morto, sette feriti non gravi e traffico bloccato: è questo il bilancio di un incidente stradale che si è verificato ieri mattina intorno alle 7 sull'autostrada A12 Genova-Rosignano tra Rapallo e Chiavari, in direzione La Spezia. La vittima è Marvin Statzu, di 18 anni, abitante a Casarza Ligure (Genova).
Il ragazzo aveva trascorso la notte con degli amici e stava rientrando a casa al volante di una Toyota Yaris. Probabilmente per un colpo di sonno - hanno accertato gli agenti del distaccamento di Sampierdarena della Polizia Stradale - ha perso il controllo della vettura nella galleria dell'Anchetta, nei pressi di Zoagli, ed ha urtato più volte contro le pareti del tunnel, sollevando una nuvola di polvere. Dopo l'ultima carambola è sceso, intontito, ed è stato investito da una grossa Chevrolet guidata da un cittadino americano, David Gluber, di 46 anni, dipendente dell'ambasciata statunitense a Roma, con a bordo la moglie e cinque figli piccoli. Anche a causa della scarsa visibilità, il conducente della Chevrolet non ha potuto evitare l'impatto. I sette americani sono rimasti feriti in modo non grave e sono stati medicati nell'ospedale di Lavagna.
Sul posto sono intervenute le automediche del 118 di Rapallo e Lavagna, numerose autoambulanze, la polstrada e i vigili del fuoco. Per circa tre ore il tratto autostradale interessato dall'incidente è rimasto chiuso e si è verificata una coda di un chilometro in direzione della Spezia.
Un altro grave incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri al passo del Bracco, nello Spezzino. Alle 13.15 circa due moto si sono scontrate frontalmente. Roberto Gozzi, 44 anni, di Viadana (Mantova), ha avuto la peggio ed è morto in seguito alle ferite riportate. In un primo tempo Gozzi è stato rianimato, intubato e trasferito con l'elicottero all'ospedale di San Martino a Genova. Ma qui è morto subito dopo.