Giovane orientale aggredito e derubato da una baby gang

Ha raccontato di essere stato picchiato e derubato di un telefono cellulare. Un ragazzo cinese di diciassette anni è stato aggredito da un gruppo di coetanei italiani. Si trovava in via Cesare Vignati e stava telefonando quando è stato avvicinato dalla banda di teppisti. I ragazzi, che secondo il suo racconto sarebbero di nazionalità italiana, hanno cominciato a spintonarlo e colpirlo in faccia. Poi gli hanno strappato di mano il cellulare e sono scappati via. Il giovane cinese è stato medicato al pronto soccorso per un grosso ematoma agli zigomi.
Sono sempre più frequenti gli episodi di baby gang. L’ultimo caso eclatante è quello di pochi giorni fa, la polizia ha arrestato una banda di 26 giovani criminali tra i 15 e 24 anni di età (venti i minorenni). La gang milanese aveva base al parco Trotter ma era anche in contatto internet con bande di altre città italiane, come Bergamo e Genova, La base era il parco milanese Trotter. Pubblicava su internet video autocelebrativi e si teneva in contatto su Facebook.