Giovane portiere muore in campo

Ancora un grave lutto colpisce il calcio minore laziale. Un calciatore romano di 18 anni, Simone Abate, portiere della squadra juniores dell’Anguillara, è deceduto ieri a seguito di uno scontro di gioco con un avversario durante la partita contro il Santa Marinella, disputata nel campo sportivo di via delle Colonie nella cittadina balneare a nord della capitale. L’incidente è avvenuto attorno alle 17 e in seguito ad esso la partita è stata subito sospesa. A quanto si apprende, è ancora da chiarire il motivo del decesso. Due le ipotesi: un contatto con un avversario oppure problemi fisici congeniti. Ad appurarlo sarà domani il medico legale Gino Saladini, che ha ricevuto l’incarico per l’autopsia dal pubblico ministero titolare dell’indagine aperta sul caso, Pantaleo Polifemo. La salma del giovane è stata ricomposta all’obitorio dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i mezzi sanitari di soccorso.