Giovane viene travolto da un’auto pirata È giallo sull’incidente

Il ragazzo, in motorino con un amico, è in gravi condizioni. Il proprietario della macchina ne denuncia il furto il giorno dopo lo scontro

Silvia Villani

Si è recato al commissariato di polizia dichiarando che la sua auto, una Bmw di colore chiaro, era stata rubata durante la notte. Una denuncia di furto che ha immediatamente attirato l'attenzione degli agenti del commissariato di Cinisello Balsamo. Modello, cilindrata e colore della vettura corrispondevano infatti all'auto che la notte prima aveva travolto, senza fermarsi a soccorrerlo, un giovane in motorino, ora ricoverato a Niguarda in gravi condizioni. Grazie ai controlli degli uomini delle forze dell'ordine nel giro di poche ore la Bmw è stata rintracciata abbandonata in una strada alla periferia della città con il parabrezza sfondato e numerose tracce di sangue.
Giovedì era da poco passata la mezzanotte e due ragazzi stavano percorrendo in sella ai loro ciclomotori via Mozart a Cinisello. A pochi metri dall'incrocio, una Bmw di colore chiaro, sopraggiunta da via Paisiello, ha svoltato improvvisamente a destra. Probabilmente a causa dell'elevata velocità, la vettura ha invaso la corsia opposta, sfiorando prima il motorino su cui viaggiava uno dei due giovani e travolgendo poi l'altro centauro. A causa del violento impatto il ragazzo è stato sbalzato dal ciclomotore, è finito sul parabrezza della Bmw e poi ha fatto un volo di diversi metri. Secondo le prime testimonianze rilasciate alle forze dell'ordine, l'auto di colore chiaro, si è fermata appena il tempo per rendersi conto dell'accaduto e poi è ripartita a gran velocità imboccando via Corridoni. Immediatamente gli anziani che stavano giocando a bocce e briscola nel parco che costeggia via Mozart sono accorsi per aiutare il ragazzo rimasto a terra.
Resosi conto che nonni e residenti sarebbero stati accanto all'amico fino all'arrivo dei soccorsi, l'altro giovane centauro è allora risalito in sella al suo motorino e si è lanciato all'inseguimento della vettura che dopo poche decine di metri ha però fatto perdere le sue tracce. Il ragazzo è allora ritornato in via Mozart e, in preda alla disperazione, si è rimproverato più volte di non essere riuscito a prendere tutto il numero di targa. Quasi a volersi scusare con l'amico che a pochi metri da lui veniva assistito dai volontari della Cri di Cinisello e dal personale dell'automedica. Trasportato all'ospedale di Niguarda i dottori gli hanno riscontrato numerose fratture agli arti e un trauma cranico.
Proprio mentre le indagini delle forze dell'ordine entravano nel vivo negli uffici si è presentato il proprietario del mezzo. «Mi hanno rubato l'automobile», avrebbe detto il giovane agli agenti, fornendo precise indicazioni sul lasso di tempo in cui la Bmw è rimasta posteggiata in strada. Una versione al vaglio degli inquirenti che in queste ore stanno cercando di fare chiarezza su quanto accaduto per ricostruire gli ultimi movimenti della Bmw e scoprire così chi era alla guida.