Giovani artisti al Fuori salone

Si chiama «Posti di vista» l’insieme delle iniziative organizzate dal Comune e dalle associazioni della Fabbrica del Vapore in occasione del Salone del Mobile. Dal 18 al 23 aprile in via Procaccini si terranno 14 eventi di design, mostre di fotografia, performance artistiche, danza, arte contemporanea e teatro.
«Non abbiamo bisogno di chiamare architetti stranieri per progettare la nostra città - ha detto l’assessore allo sport e al tempo Libero di Palazzo Marino, Giovanni Terzi - il comune ha bisogno di voi, che siete gli architetti del domani. La Fabbrica del Vapore, dove tra un mese saranno ultimati i lavori di ristrutturazione della seconda stecca di edifici, è la culla della creatività giovanile milanese, che il Comune ha intenzione di valorizzare al meglio». Sono, infatti, le associazioni che si fanno promotrici di «Punti di vista», che prende il via mercoledì alle 10 fino al tramonto, alle 24 circa, quando il sole dell’installazione di studio Azzurro (h 23,30 da mercoledì a sabato) sparirà nel buio della notte. «Posti di vista» sostiene inoltre «Best Up», il circuito che promuovere i temi della sostenibilità dell’abitare e divulgarli presso imprese, cittadini e professionisti. «Best up», acronimo di Bello Equo e SosTenibile collega creativi, imprese e centri di ricerca (www.bestup.it).
«Nei giorni del Salone, la Fabbrica diventerà lo spazio del dialogo aperto alla città e alle nuove influenze artistiche. Il tema della sostenibilità, promosso da Best Up - ha commentato Terzi - anticipa la tematica su cui si baserà l’Expo del 2015 cui Milano è candidata».