Giovani coppie arriva il mutuo «garantito» dal Comune

Mutui più facili per le coppie di lavoratori atipici o per le famiglie numerose e prestiti d’onore agli universitari fuori sede per pagare affitti «calmierati». Nel primo caso il Comune ha già stanziato un milione di euro e dato il via alla gara per scegliere una banca disposta ad accendere i mutui anche a chi non ha un lavoro a tempo indeterminato, ma può «coprirsi le spalle» grazie al fondo di garanzia del Comune. E presto un meccanismo analogo - e altri 2 milioni - sarà applicato per le famiglie numerose che vogliono comprar casa e alle matricole che non riescono a sostenere i costi per un alloggio in città. «Il bilancio comunale - sostiene il presidente della Commissione Bilancio Carlo Masseroli (Fi) - non può più essere considerato solo come fonte di finanziamento per iniziative e investimenti. Deve trasformarsi almeno in parte in leva di coinvolgimento del capitale privato. Da qui il fondo di garanzia per facilitare l’accesso ai mutui anche ai soggetti per cui è impossibile ottenerli». Con un milione di euro ad esempio «si potranno aiutare oltre 350 coppie di precari».