Giovani, corse radiobus per il dopo-discoteca

I genitori possono stare tranquilli. Per tutto il mese di luglio non si vedranno più recapitare sanzioni per guida in stato di ebbrezza o cattive notizie. Da questo venerdì, e per tutti i fine settimana del mese successivo, a portare a casa i ragazzi ci penserà il Comune con il Bus by night. Quattro punti di raccolta nei centri nevralgici della Milano che vive la notte, quattro orari prestabiliti dalle 2 alle 5 del mattino, per un totale di oltre cinquemila ragazzi in un mese. Sono i numeri del progetto nato dalla proposta bipartisan di cinque giovani consiglieri comunali, Alan Christian Rizzi, Carlo Fidanza, Gianfranco Baldassarre, Lorenzo Malagola e Pierfrancesco Maran, e subito accolta dall’assessore alla Mobilità, trasporti e ambiente Edoardo Croci. «Iniziamo questo fine settimana, grazie alla collaborazione con Atm - ha dichiarato l’assessore Croci - un nuovo servizio che, dopo questa fase di sperimentazione estiva, contiamo di rendere permanente». I bus, da sedici posti ciascuno, partiranno da Piazza XXIV Maggio, da Corso Como, dalla Triennale e da Piazzale Gabrio Rosa alle 2, 3, 4 e 5 del mattino, per soddisfare le esigenze di tutti i nottambuli. Ai ragazzi non rimarrà che rivolgersi al conducente, comprare il biglietto da un euro o utilizzare il normale abbonamento Atm, e comunicare la propria destinazione. Da settembre verranno disposti punti di partenza anche da Via Valtellina e Corso XXII Marzo.
«Noi gestori - ha detto Rodolfo Citterio, presidente dell’associazione dei locali da ballo - vedremo di offrire il costo del biglietto del bus by night. Alcuni locali daranno infatti il biglietto insieme alla seconda consumazione. Inoltre, nel corso della serata in discoteca faremo pubblicità all’iniziativa con volantini, dj e vocalist». Tornare a casa in radiobus, in fondo, è anche un ottimo modo per fare l’alba in compagnia.