Giovani e bellocci, ma anche contadini Ecco i nuovi concorrenti del Grande Fratello

È ripartito ieri il reality di Canale 5 condotto dalla Marcuzzi. In sfida restano 17 concorrenti. Studio tecnologico: partenza scoppiettante con un maxi schermo dove ballavano alcuni ragazzi dell'anno scorso. <strong><a href="/fotogallery/i_concorrenti_grande_fratello_12/id=3457-foto=4-slideshow=0" target="_blank">Scopri chi sono i nuovi inquilini della casa più famosa</a></strong>

Dunque, ieri notte è ricominciata la gara di resistenza più resistente della storia della Tv: quel Grande Fratello che immancabilmente accompagna i nostri inverni da ben undici anni. Sfida di resistenza per tutti: i concorrenti, tra i quali vince chi resta di più nell’acquario di Cinecittà; per gli spettatori, che (bontà loro) possono seguire le attività casalinghe per mesi e mesi (questa edizione potrebbe finire addirittura a maggio); per lo show medesimo incurante dell’avanzare dell’età e della modernità; per la conduttrice Alessia Marcuzzi («mamma mia da quanti anni siamo insieme», dice subito lei) che non teme la crisi del settimo anno, anzi era più desiderosa che mai di tornare alla guida nonostante abbia avuto una bimba solo un mese e mezzo fa.

Così, ieri, per festeggiare tanta grazia, il Grande Fratello ha deciso di aprire la prima serata stagionale con una reunion ad alto contenuto tecnologico dei vecchi concorrenti. Un ballo inaugurale con Alessia che si dimena in studio e gli inquilini dell’anno scorso tra cui Andrea Cocco, Guendalina, Margherita, Ferdinando scatenati su un maxi schermo che si apre a riquadri. Finito l’happening, via alla consueta presentazione dei concorrenti di questa edizione: in 19 si sono presentati ai blocchi di partenza (scremati dopo 30mila provini), e tra sfide, prove, trabocchetti, sorprese, finte suspence, 17 sono diventati concorrenti ufficiali (all’ora di chiusura di questa edizione non erano ancora stati eliminati i primi due).

Tra gli sfidanti, parecchie sventole e bellocci, che fanno i modelli o le ragazze immagine: sicuro espediente per tirar su lo show. Ma anche qualche concorrente interessante, come il nobile decaduto, il contadino indiano, la ragazza con un QI da 160. Però, nessuno può sentirsi al sicuro di restare nella Casa, se possibile ancor più grande (2000 mq) e trendy. Quest’anno, infatti, quei «cattivacci» autori del Gieffe hanno deciso di mettere ancor più pepe dentro il programma perché non ci si addormenti nelle lunghe ore di diretta (24 ore su 24 su Mediaset Premium Extra 1 e Extra 2, oltre all’appuntamento in prime time del lunedì e a quelli mattutini, pomeridiani e notturni su Canale 5). Per cui via a sfide, domande, provocazioni. Che fanno venire un po’ meno la volontà popolare che si esprime attraverso il televoto. Insomma, sempre più scrittura e indirizzo del gioco decisa a tavolino dagli autori e meno semplice osservazione di quanto accade nell’acquario. Del resto, ormai sono gli stessi patron del programma a sostenere che non si tratta più di un «esperimento sociologico», come si professava nei primi anni, ma un feuilleton, un romanzo popolare, una racconto delle vite di alcuni giovani: drammi, sogni, riscatti e soprattutto amori, tradimenti e liti (con dei limiti come la decurtazione del montepremi a chi si macchia di bestemmie e parole oscene).

E, dunque, per chi ama vivere specchiandosi nelle vite degli altri, è ripartita la grande abbuffata.