Giovani in mostra al trofeo «Msc»

Claudio Rossini

Si avvia al gran finale l'Open tenistico pegliese organizzato sui campi di via Sabotino e sponsorizzato da «Msc Crociere».
C'è stata lotta fin dalle prime battute e momenti di gloria anche per alcuni giocatori provenienti dalle qualificazioni. Tra questi il genovese Riccardo Mauri di classifica 4.5, capace di superare nettamente (6/1, 6/2) l'imperiese Amos Longhena, 2.4, prima di arrendersi con l'onore delle armi al 2.4 Davide Minetti del Tc. Bene anche il reggiano Federico Ottolini, classifica 3.2, che ha superato il gialloblu Alberto Carbonaro, prima di essere battuto dal 2.4 cremonese Massimiliano Dotti. Buono l'esordio dello spezzino Stefano Sambuchi, 2/8, capace di abbattere in due belle partite (6/3, 7/5) il «Davis man» di San Marino, Domenico Vicini, 2.6. Un altro giovane che ha manifestato lusinghieri progressi è il ventunenne albese Paolo Genta, 2.4. Con autorità e mostrando trame di gioco molto positive si è sbarazzato dell'imperiese Gian Marco Capano un 3.2 proveniente dalle qualificazioni, e, successivamente del corregionale Marco Bernardi, un alessandrino di classifica 2.4. È stata questa una delle più belle partite, decisa al terzo set,dopo quasi tre ore di gioco con alternanze ed emozioni a non finire. Punteggio per Genta: 6/4,3/6,7/5. Perentorio il successo del portacolori di casa Diego Trenta, 3.1, capace di imporsi per 6/1, 6/0 su Matteo Parodi, 2.8, affrontato con un gioco che non permetteva difesa. Bene anche il giovane Luca Pompeo fino all'incontro con Davide Minetti che ha imposto i diritti della classe e una maggiore esperienza. Molti i giovani impegnati nella rassegna pegliese alla ricerca di nuove esperienze e momenti di gloria. Hanno affrontato col braccio giusto, le battute iniziali del torneo, sempre le più delicate, gli altri portacolori del Tc, Pietro Ansaldo, 2.2, e Andrea Maffei, 2.4, che non finisce di stupire per la passionaccia tennistica e per il suo valore. Entrambi hanno raggiunto i quarti di finale che vedranno l'entrata delle quattro teste di serie principali: Elia Grossi, n° 1, Daniele Musa, n° 2, Andrea Spizzica,n° 3 e Enrico Wellenfeld, n° 4 impegnati rispettivamente contro Pietro Ansaldo, Andrea Maffei, Paolo Genta e Davide Minetti.