Giovani pittori al Premio Dalla Zorza

Sono sette i giovani finalisti del Premio Dalla Zorza che espongono le loro opere fino al 7 ottobre alla Galleria Ponte Rosso di via Brera 2. Il Premio di pittura, arrivato alla sua settima edizione, è indetto da Orlando e Nanda Consonni e reso possibile dalle disposizioni testamentarie di Teresa Sensi Dalla Zorza, la nota giornalista e scrittrice, moglie dell’artista veneziano scomparsa nel 1993. Dal 1977, anno della morte del marito Carlo, Teresa Sensi si dedicò interamente alla promozione della sua arte e al riconoscimento della sua pittura come «immagine plastica dei valori poetici» da lei stessa costantemente e a lungo ricercati ed espressi con la parola. La poesia e la pittura fanno di questo Premio la fortuna di nuove generazioni che portano avanti l’arte figurativa senza tralasciare la modernità così genericamente intesa e contemporaneamente segnano il passaggio in maniera discreta e silenziosa di una ricerca che proprio Carlo Dalla Zorza iniziò nella sua città natale e che portò successivamente a Milano. Tra i quadri da ammirare «Sole rosso» di Marcello Malandugno, «3 marzo 2005 ore 17» di Letizia Fornasieri, «La lettera» di Giuseppe Valentino, «Giardino» di Lucia Ragusa, «Il cassettone» di Tiziano Lombardini, «Lago di Fimon» di Vittorio Carradore e «Interno dello studio» di Enrico Suzzani. Opere diverse tra loro a rappresentanza dei vari pittori che in tutti questi anni hanno partecipato al Premio biennale. Un revival e un punto di partenza perché altre nuove generazioni riescano ad affermarsi.
La mostra aperta fino al 7 ottobre è visitabile tutti i giorni compresa la domenica (chiuso il lunedì) tutte le mattine e il pomeriggio dalle ore 15 alle 19,30.