Giovani, la Regione Lombardia rilancia gli ostelli per gli studenti

Il Pirellone dà inizio a un monitoraggio per individuare strutture adatte a ospitare ragazzi e studenti. Saranno finanziati i progetti che prevedono anche l'assunzione di personale under 30

Largo ai giovani. La Regione Lombardia dà inizio a un monitoraggio sugli ostelli della gioventù e sulle strutture che potrebbero ospitarli. Obbiettivo: andare incontro alle centinaia di ragazzi, italiani e stranieri, che vengono in Lombardia per frequentare le università e i corsi di specializzazione. Il Pirellone sta procedendo alla ricognizione delle strutture presenti sul territorio da destinare a ostelli o - nel caso siano già utilizzate come tali - che necessitino di interventi di ristrutturazione.
I proprietari di immobili sono quindi invitati a segnalare alla direzione generale Giovani e sport di Regione Lombardia entro il 31 maggio l'intenzione di utilizzarli come ostelli.
Questa scadenza vale anche nel caso di strutture già utilizzate come ostelli, qualora i gestori intendano realizzare interventi di ristrutturazione. Nel valutare quali interventi finanziare, la Regione terrà conto della disponibilità - da parte dei gestori - ad assumere per la conduzione della struttura giovani di 30 anni di età. Altri parametri sono la vicinanza a vie fluviali che già beneficiano di interventi di rilancio turistico (o per le quali sono previsti interventi simili) e uno stato di avanzamento dei progetti di ristrutturazione tale da ipotizzarne la conclusione entro il 31 dicembre 2011.