Giovani ricercatrici italiane premiate per studi neoplastici

É tutto al femminile il Premio Sif-Takeda 2013 alla ricerca in Farmacologia oncologica, consegnato a Roma presso il Nobile Collegio Chimico Farmaceutico, alla presenza di numerosi esponenti della comunità scientifica e accademica. Lo hanno vinto – ex aequo - Cristina Travelli, 28 anni, laurea in Biotecnologie mediche dell'università del Piemonte orientale, Novara e Federica Finetti, 36 anni, laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche, dell'università di Siena. Hanno ricevuto il riconoscimento per due progetti di ricerca di notevole importanza ed attualità.
Il ruolo della nicotinamide nella crescita del tumore, è il progetto sul quale si è cimentata Cristina Travelli mentre sul Ruolo del fattore di crescita epidermico e della prostaglandina E2 nella progressione del tumore, ha lavorato Federica Finetti. «É di fondamentale valore strategico che si moltiplichino iniziative di sostegno alla ricerca come queste», ha dichiarato il professor Pier Luigi Canonico, presidente della Società italiana di farmacologia. I due progetti di ricerca hanno preso le mosse da un ormai accertato elemento di fondo comune: il ruolo della infiammazione cronica nella progressione dei tumori.