Giovani stelle del balletto in gara da tutto il mondo

Lidia Scognamiglio

Dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Romania al Giappone. Vengono da tutto il mondo gli oltre settanta giovani ballerini che si sono sfidati in punta di piedi alla quarta edizione del «Premio Roma». Sul palco del teatro all’aperto dell’Accademia nazionale della danza, presieduta da Nicola Palombi e diretta da Margherita Parrilli, anche stelle d’eccezione come Viviana Durante e Manuel Carreno.
Finalmente anche la capitale, come Varna, Losanna e Jacksonville, può vantare una prestigiosa competizione di danza a livello mondiale. Un evento che ha lo scopo di scoprire le future étoile della scena internazionale, per ridare vigore a un’arte troppo spesso dimenticata. «Questi concorsi dimostrano, infatti, che c’è ancora qualcuno che crede nella danza». A parlare è Vladimir Vassiliev, la grande étoile del Bolshoi, vera icona del balletto russo, presente alla kermesse in compagnia della moglie Ekaterina Maximova. Quest’ultima ha premiato i giovani vincitori del concorso: Whalen Ian, 18 anni, dagli Stati Uniti e Kochetkova Maria, 21 anni, dalla Russia. L’evento, organizzato da Luna Berlusconi e Micaela Romanini, andrà in onda su Raiuno il 10 agosto.