Giovani violinisti si sfidano per duettare con Vengerov

A Portogruaro, a un passo dalla Laguna, si sono riuniti violinisti di tutto il mondo e di tutti i generi, dal classico al barocco, dall’etnico al jazz. L’occasione è l’Estate musicale, da 24 anni tradizionale festival estivo, che ha radunato un pubblico di diecimila appassionati. Quest’anno Portogruaro ha lanciato anche la prima edizione de Il piccolo violino magico, concorso che ha visto confrontarsi giovanissimi violinisti - dagli 8 ai 12 anni - provenienti da tutto il mondo, Russia, Giappone, Francia, Corea del sud, Svizzera, Cina Olanda, Polonia, Stati Uniti, Austria, Germania e Israele, selezionati da una giuria di artisti internazionali.
I quattro finalisti si sono esibiti accompagnati da un’orchestra e in duetto con i membri della giuria. Questa sera si disputeranno la finale. Seduto in platea ad assistere alle esibizioni ci sarà anche Maxim Vengerov, trentaduenne violinista di origine siberiana, fra i più grandi del mondo. Vengerov ha accettato di fare la parte del secondo violino nel Doppio concerto in re minore di Bach, lasciando il ruolo principale al vincitore de Il piccolo violino magico. È l’unica esibizione che Vengerov terrà in Italia da qui ai prossimi tre anni. L’Estate musicale di Portugruaro si chiuderà l’8 settembre con il concerto dell’orchestra della Fenice diretta da Zhang Jiemin, solista Fanny Clamagirand che l’anno scorso ha vinto il prestigioso premio Kreisler.