Giovanna d’Arco s’infiamma con Domingo e la Caballè

Si apre il primo d'ottobre a Parma il Festival Verdi, con l’inconsueta Giovanna d’Arco, opera giovanile certamente minore ma con pagine irrepetibili dallo stesso Verdi maturo. Storia presa da Schiller, con Giovanna che salta giù dal rogo e muore in battaglia, offre speranze di prospettive molto interessanti, nelle moderne riletture. Intanto chi vuole può ascoltarla in un cd ripresentato nei negozi: come direzione è il Verdi appassionato ma un po’ monolitico di ieri, con James Levine; come compagnia di canto è inarrivabile con Montserrat Caballé, Placido Domingo, Sherrill Milnes e Robert Lloyd. La campagna francese, l’ardore del combattimento, il tormento dei contrasti affettivi nella passione d’un Verdi nella grande ora delle promesse...

James Levine Giovanna d'Arco di Verdi (Emi 2 cd)