Giovanni Berio dall’olio alla pittura

La Banca Carige ha aderito all'iniziativa dell'Abi «Invito a Palazzo» aprendo dalle 10 alle 19 la sede di Genova, l'agenzia 8 di Genova (la ex chiesa romanico-gotica in piazza santa Sabina); e la filiale di Chieri nel 400esco Palazzo Tana.
La sede di Carige, in via Cassa di Risparmio 15 a Genova, rimarrà aperta fino a domenica 14 ottobre.
Possibile per i visitatori ammirare la collezione della banca: la quadreria (Van Dyck, Veronese, i pittori genovesi del 500 e del 600) le ceramiche, gli argenti, gli arazzi del XIV e XV piano della sede.
Novità di quest'anno è la mostra di Giovanni Berio, detto il Ligustro, artista 80enne di Oneglia che dal 1986 si dedica allo studio della tecnica di stampa giapponese, la xilografia policroma, tecnica raffinatissima, con matrice di stampa in legno. Saranno visibili 20 sue stampe giapponesi nel salone di rappresentanza del XV piano.
Berio diventa pittore tardi, dopo essere stato industriale dell'olio. A 53 anni comincia a dedicarsi alla pittura, in particolare agli impressionisti e all'arte orientale.
Si innamora delle stampe giapponesi e ci lavora sino a diventarne espertissimo.
Riesce a far sposare elementi dell'arte occidentale con l'Oriente. In una serigrafia puoi trovare i simboli giapponesi e il ritratto del Porto di Oneglia. Artista apprezzato ovunque a livello internazionale, anche in Giappone, le sue stampe hanno una tiratura di 5 copie, non di più. Utilizza materiali preziosissimi per il colore come l'oro e polvere di perle.
L'artista oltre all'arte s'è avvicinato alla cultura giapponese.