Il gip decide sugli arrestati Il caso potrebbe finire a Perugia

Firenze. Arriverà tra oggi e domani la decisione del gip di Firenze, Rosario Lupo, sulle istanze di scarcerazione presentate dai quattro arrestati - il direttore del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, Angelo Balducci, i funzionari della stessa struttura Fabio De Santis e Mauro Della Giovampaola e il costruttore romano Diego Anemone - nell’inchiesta sui grandi appalti. I quattro arrestati sono stati già ascoltati - Balducci e Della Giovampaola hanno risposto alle domande, Anemone e De Santis si sono invece avvalsi della facoltà di non rispondere - ed entro oggi dovrebbe arrivare il parere del pm alla scarcerazione. Quindi la decisione del gip.
Intanto, c’è da affrontare un altro nodo cruciale: quello della competenza. L’inchiesta, infatti, è della Procura di Firenze. Ma in gran parte i reati ipotizzati si sarebbero consumati a Roma, dove c’era già un fascicolo aperto proprio sul G8 della Maddalena con richieste di rinvio a giudizio già pronte. La competenza però potrebbe spostarsi a Perugia, visto il coinvolgimento di un magistrato della capitale, il procuratore aggiunto Achille Toro.
Infine, il fronte Guido Bertolaso. Che per bocca del suo avvocato, Filippo Dinacci, ha smentito contatti con Monica, la ragazza brasiliana che avrebbe ammesso di aver trascorso una serata con Bertolaso: «Non conosco questa signora, né ci sono mai stati appuntamenti di qualsiasi genere - ha detto Bertolaso - se qualcuno ha reso diverse dichiarazioni davanti all’autorità giudiziaria se ne assumerà la responsabilità».