Il gip dice «no» Padre Fedele resta ai domiciliari

Padre Fedele resta agli arresti domiciliari. Il giudice per le indagini preliminari di Cosenza Giusy Ferrucci ha rigettato l'istanza di revoca del provvedimento restrittivo ribadendo l'attendibilità della suora che ha denunciato le presunte violenze compiute ai suoi danni da padre Fedele, dal suo segretario, Antonio Gaudio, e da una terza persona non ancora identificata. Secondo lo stesso giudice, inoltre, le contraddizioni in cui la suora è caduta riferendo le date in cui ha subito le violenze è frutto soltanto di un equivoco e non pregiudicano la sua credibilità. Le stesse contraddizioni, invece, avevano indotto nei giorni scorsi il Tribunale della libertà a disporre la remissione in libertà di Antonio Gaudio. E sulle stesse contraddizioni contenute nel racconto della suora avevano puntato i difensori di padre Fedele nell'istanza presentata al gip, che non le ha invece ritenute rilevanti. I legali del frate francescano sono decisi, a questo punto, al fine di ottenere la scarcerazione di padre Fedele, a fare ricorso al tribunale della libertà.