Gip non incompatibile Forleo torna a Milano

Clementina Forleo torna a Milano. Il Tar del Lazio ha accettato il ricorso presentato dal gip contro il Csm che aveva deciso il suo trasferimento d’ufficio a Cremona per incompatibilità ambientale. «Sono commossa, la giustizia ha trionfato», le sue prime parole del magistrato che ha osservato come il provvedimento sia immediatamente esecutivo. Di «carenza dei presupposti di causa ed effetto previsti dalla norma vigente» parlano le motivazioni del Tar. Il Csm aspetta la notifica e, probabilmente, farà ricorso al Consiglio di Stato. Il trasferimento era stato deciso dal plenum del Csm a luglio per le dichiarazioni fatte dalla Forleo a stampa e tv su poteri forti che avrebbero interferito nella sua attività giurisdizionale relativa alle inchieste sulle scalate bancarie.