Il gip di Teramo «riarresta» il soldato Parolisi

Anche il gip di Teramo, Giovanni Cirino, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Salvatore Parolisi, ritenendolo responsabile per l'omicidio della moglie, Melania Rea, trovata morta il 20 aprile a Ripe di Civitella(Teramo). Già il gip di Ascoli Piceno aveva ordinato l'arresto, ma poi, per competenza territoriale, il fascicolo è passato alla procura di Teramo che ha richiesto nuovamente l'arresto per omicidio aggravat. Ma per il gip del tribunale di Teramo, il movente dell’omicidio di Melania non sarebbe passionale. Il soldato avrebbe ucciso la moglie perché lei conosceva un segreto inconfessabile di qualcosa verificatosi dentro la caserma.