Girando Recco a bordo del trenino della focaccia

Tre mila e cinquecento chili di stracchino consumati nel 2007. Basta questo per dare l'idea del successo della focaccia col formaggio. «Un cibo che crea dipendenza», l'ha definita un turista americano. E alla specialità gastronomica è dedicata la «Festa della focaccia di Recco» che avrà luogo nella cittadina del Golfo Paradiso domenica 25 maggio. La festa propone per il secondo anno consecutivo l'iniziativa «Forni aperti e ristoranti in piazza», e nell'edizione 2008 si presenta ricca di novità. Novità che sono state presentate giovedì sera dal vice sindaco Dario Capurro e da Maura Macchiavello, presidentessa del Consorzio della focaccia di Recco. In prima fila anche i veri protagonisti, i decani della focaccia col formaggio: Gianni Carbone della Manuelina, Vittoria Moltedo e il figlio Titta, Luigi Tossini, Bonavena Francesco (ü fainottu). Sono loro, ma non solo, i veri depositari dell'arte bianca recchelina che sabato 24, alle 16,30, si esibiranno sotto i portici di via Assereto nella veste di insegnanti-nonni delle quinte elementari di Recco. Tutti alle prese con farina di grano tenero del tipo 00, acqua, olio rigorosamente extravergine di oliva, sale marino e crescenza fresca.
Domenica 25 la festa del palato inizia alle 10,30 in piazza Nicolosio da Recco (di fronte al municipio) e in Via Trieste con la distribuzione di focaccia «con e senza» (cipolle, s'intende). Al pomeriggio si parte alle 15 con la specialità al formaggio sempre dal municipio. Prosecuzione in via Trieste (dalle 17 alle 18), via Vittorio Veneto (dalle 17 alle 19) e via XX settembre (dalle 18 alle 19). Intrattenimenti (tra cui un motoraduno internazionale per gli appassionati delle due ruote), musica e giochi per bambini fanno parte integrante dell'offerta predisposta dagli organizzatori. Divertimento assicurato anche da un trenino che gratuitamente farà la spola tra i punti di degustazione distribuiti in città. Negozi aperti, inoltre, per uno shopping domenicale fuori programma.
Ma prima della Festa della focaccia, arriva l’abbinamento cibo-sport. Un abbinamento d'obbligo nella capitale enogastronomica, patria dei campioni italiani ed europei della pallanuoto che si sono aggiudicati in due anni due scudetti e una super coppa europea. Merito della Pro Recco. Ma anche di una città «che vede nello sport un proprio punto di forza», ha spiegato Capurro presentando la «Festa dello sport» di domani. Questa volta però, ha spiegato Capurro, i premi non andranno ai grandi campioni di serie A, ma ai giovani e giovanissimi che si sono distinti nel corso del 2007 all'interno delle società sportive che operano a Recco. Tennis, karate, judo, basket, nuoto, arrampicata. Sono 21 le discipline sportive praticate dai 214 under 18 che verranno premiati. Come Alessio Devoto (classificatosi per la finale italiana di kickboxing) o Matteo Noris che ha esordito nelle gare di mountain bike nel 2007 e ha sbaragliato fin da subito gli avversari aggiudicandosi la Coppa Liguria. Sebastian Bush ha soli 15 anni, gareggia nell'under 18 per l'arrampicata e ha vinto tutte le gare disputate quest'anno. Al termine della premiazione il programma prevede la distribuzione di focaccia. Un assaggio, è il caso di dire, della festa che avrà luogo la domenica successiva dedicata alla focaccia al formaggio che tra tanti campioni si aggiudica il premio: campione del palato.