Giro 2012, partenza da Washington: "E' quasi fatta"

Dopo il viaggio del patron Zomegnan negli States, l'accordo è in fase avanzata. A spingere il sindaco in prima persona, Adrian Fenty. Al New York Times parla di "evento favoloso"

Piace all'America l'idea di far partire da Washington il Giro d'Italia nel 2012.
Dopo che la proposta è stata ufficializzata a Washington da una delegazione di Rcs Sport guidata dal direttore del Giro, Angelo Zomegnan, il New York Times riferissce oggi della «entusiastica accoglienza» riservata alla proposta dal sindaco di Washington, Adrian Fenty.
«Credo che sarebbe uno degli eventi più favolosi mai accaduti a Washington dal punto di vista sportivo», ha detto Fenty al New York Times. «Questa è una città di livello mondiale e ospiterebbe con gioia all'interno dei suoi confini una competizione di livello mondiale come il Giro».
Fenty ha già nominato un suo uomo di fiducia, l'avvocato Mark Sommers, a capo di un comitato che ha il compito preciso di portare il Giro 2012 a Washington. Sommers, che si è incontrato con la delegazione italiana, ha definito l'incontro «molto, molto positivo». «Troviamo entusiasmanete l'abbinamento Washington-Giro d'Italia e faremo del nostro meglio affinchè questo progetto possa andare in porto».
«Non possiamo già dire al cento per cento che il Giro 2012 partirà da Washington - ha detto Angelo Zomegnan al New York Times a nome di Rcs Sport - ma pensiamo che sia molto, molto possibile».