Giro: colpo di mano alla Lungara

«Forza Italia esprime forte preoccupazione per i metodi adottati dal Comune di Roma attraverso la polizia municipale in occasione della visita del presidente della Repubblica all’Accademia dei Lincei a Trastevere». Lo ha dichiarato Francesco Giro coordinatore regionale di Forza Italia spiegando che l’area intorno all’Accademia, in particolare via della Lungara, ieri è stata liberata dalle auto parcheggiate regolarmente lungo le strisce blu. «Una iniziativa giusta, per permettere al corteo presidenziale di giungere senza ostacoli - ha proseguito Giro -. Tuttavia mercoledì non c’era in quella zona alcun segnale né nastro giallo della polizia municipale che segnalasse il divieto di parcheggio e quindi il rischio di una rimozione. Questi segnali ostativi sono inopinatamente apparsi solo due ore prima dell’arrivo del presidente, con il risultato disastroso di una massiccia rimozione di numerose automobili e con la coda spiacevole delle inevitabili proteste dei proprietari che, sopraggiunti, non hanno trovato più la loro vettura». «È grave - prosegue Giro - è la dimostrazione dello scarso rispetto che si ha verso i cittadini. Al danno si aggiunge pure la beffa di dover sopportare le giustificazioni poco credibili fornite dall’amministrazione comunale, secondo la quale esisterebbe una determina dirigenziale n. 1044 del 5 giugno 2007, che disponeva il divieto di parcheggio su via della Lungara per ieri mattina, un provvedimento del tutto sconosciuto alla gente, che non è stata informata il giorno precedente, e quindi inapplicato di fatto e inapplicabile di diritto». Il risultato è che per riavere l’auto i residenti hanno dovuto sborsare di tasca loro 65 euro e subire una multa di 36 euro totale 101 euro».