Giro d’incontri per l’Opa su Bnl

Bnp Paribas

Ieri la Banca d’Italia, oggi l’Isvap e l’Autorità per la concorrenza e il mercato. È un giro d’incontri informale quello in cui alcuni rappresentanti di Bnp Paribas sono impegnati a Roma, una presa di contatto per delineare le procedure autorizzative per l’Opa annunciata sulla Bnl. Ieri alcuni dirigenti della banca francese hanno incontrato la vigilanza di Bankitalia. Alcuni chiarimenti sarebbero stati richiesti anche alla Banca di Francia, e fra gli elementi da valutare rientrerebbe anche il fatto che il Bnp, anziché superare di fatto il 30% di Bnl e lanciare un’Opa obbligatoria, ha annunciato tout court un’offerta sul 100% della banca romana. Oggi toccherà all’Isvap, il cui ruolo è peraltro limitato ai profili relativi al destino del 50% di Bnl Vita, la cui maggioranza passerà a Unipol. Il vertice dell’istituto transalpino busserà anche alla porta dell’Antitrust, per una prima presentazione dell’operazione. E notificherà l’Opa anche a Bruxelles.