Giro d'Italia, Bennati beffato da Cavendish a Catanzaro

Niente bis per il velocista della Liquigas dopo il successo di ieri a Milazzo. Allo sprint vince l'inglese Cavendish della High Road. Ancora brividi per una brutta caduta durante lo sprint del gruppo. In maglia rosa resta Pellizzotti

Catanzaro - A Bennati non riesce il bis. Il velocista della Liquigas in maglia ciclamino parte troppo presto sul rettilineo del lungomare di Catanzaro e negli ultimi 30 metri viene superato dal britannico Mark Cavendish. L'uomo originario dell'Isola di Mann, che corre con la High Road, ha vinto allo sprint la quarta tappa Giro d’Italia, la Pizzo Calabro-Catanzari Lungomare, di 183 km. Al secondo posto il tedesco Robert Foerster, del team Gerolsteiner, che ha preceduto proprio Bennati. Quando le squadre dei velocisti avevano appena lanciato lo sprint si è verificata una brutta caduta che ha coinvolto una ventina corridori. La caduta si è verificata a circa 800 metri dal traguardo ed è stata innescata dal belga Nick Nuyens della Cofidis, al quale sarebbe uscita una scarpa dalla pedaliera destra. Nel ruzzolone, avvenuto proprio mentre si preparava lo sprint, sono rimasti coinvolti una ventina di corridori, fra i quali anche il tedesco Danilo Hondo. La tappa di oggi è stata caratterizzata dalla lunga fuga del belga Rik Verbrugghe (Cofidis): 164 chilometri da solo in testa al gruppo (con anche 10 minuti di vantaggio) prima di essere ripreso nel centro di Catanzaro. Non cambia la testa della classifica. In maglia rosa resta Franco Pellizzotti.