Giro (Fi): «Bondi presidente comitato garante»

«È per me una grande soddisfazione personale e per il partito romano un segnale politico importante che il coordinatore nazionale del partito abbia accolto il nostro invito a presiedere il Comitato garante di un evento che si annuncia eccezionale e che coinvolgerà migliaia di cittadini romani». Lo afferma in una nota Francesco Giro, coordinatore regionale e commissario per la Città di Roma. «Un grande momento di democrazia e di libertà che viene espresso dal più grande partito italiano a Roma - aggiunge - laboratorio politico di eccellenza, dove siamo chiamati a promuovere qualcosa di innovativo per rispondere meglio alle aspettative dei cittadini che ci hanno votato e di quelli che potrebbero guardare con interesse ai nostri valori e alle nostre proposte, soprattutto dopo lo straordinario evento del Natale di Roma celebrato il 21 aprile alla presenza di Berlusconi. Se il 16 ottobre la sinistra terrà la prima Assemblea costituente del partito democratico, noi, pian piano, rispondiamo con le nostre primarie a Roma 4 mesi prima, il 16 giugno, per restituire la politica ai cittadini, perché, come continua a ripetere Silvio Berlusconi, oggi la politica espressa da questa sinistra di governo è troppo distante dalla persone». «Noi - conclude - vogliamo ripartire con le primarie, ma quelle vere e non decise nelle stanze dei partiti. Primarie aperte ai cittadini che votano altri cittadini. Nel 2005 Prodi ha deciso le primarie, ha vinto le primarie ma lo ha fatto secondo un copione già scritto».