Giro (Fi): «In strada buchi di eroina»

«In vicolo del Bologna si bucano di eroina in coppia». Lo denuncia Francesco Giro, coordinatore regionale e commissario per Roma di Forza Italia. «Passavo lì attorno alle 18.30 - racconta - e ho visto con i miei occhi due giovani che si bucavano di eroina con una sola siringa passata di mano dopo averla lavata sotto l’acqua di una fontanella. Un episodio raccapricciante, avvenuto in pieno giorno. Siamo ormai nel degrado più totale e il clima che si respira è di allarme sociale». Sembrerebbe una scena tratta da «Amore tossico» film crudo girato da Claudio Caligari nell’83 tra Ostia e Centocelle. Protagonista un gruppetto di tossici (tali anche nella vita reale) impegnati ogni giorno a «svoltare» ovvero recuperare i soldi per la dose. Buchi collettivi in auto o solitari nei bagni della stazione erano fedelmente ripresi dall’occhio della macchina da presa. Invece, siamo a Trastevere, cuore di Roma, più di 20 anni dopo quando le mattanze da brown sugar dovrebbero essere retaggio del passato. «Di notte il quartiere viene assalito da migliaia di giovani che bevono alcol, sniffano coca e si fanno di eroina, uno scempio - conclude Giro -. Succede anche a San Lorenzo e a Campo de’ Fiori. Lancio a tutti, residenti e politici, la proposta di un giorno di digiuno contro il degrado. Coinvolgendo il presidente del I municipio, Giuseppe Lobefaro, che da anni combatte contro il rilascio di licenze facili a pub e night da parte del Comune».