Giro, Di Luca re della montagna a Briancon: tappa e maglia rosa

Altra dimostrazione di strapotere fisico da parte dell'abruzzese che sul traguardo di Briancon regola Simoni e Schleck. Nel gruppo dei migliori anche Mazzoleni e Cunego

Briancon - Il Giro d'Italia si impenna. Danilo Di Luca ci mette il cappello. Nella giornata del Colle dell'Agnello e dell'Izoard l'abruzzese saggia ancora una volta la tenuta dei rivali in classifica. E, una volta di più, Di Luca ne esce straordinario vincitore. Il successo, dopo una giornata con grandissime salite, arriva nell'ultimo strappetto, nel centro storico di Briancon: il ciclista di Spoltore, capitano della Liquigas, spacca il gruppetto dei migliori, dopo aver già tagliato da solo lo striscione del Gpm sull'Izoard. Primo, padrone incontrastato del Giro, ma con una paura terribile che la gamba e la condizione lo abbandonino (come già negli anni passati) nella terza settimana di corsa: quella delle tossine in circolo già dal mattino, dell'acido lattico che spacca cosce e polpacci. Anche oggi chi tiene meglio il passo di Di Luca è il "vecchio" Gilberto Simoni che prova a reagire fin sulla linea d'arrivo e si arrende solo allo sprint. Terzo posto per il lussemburghese Andy Schleck, che si conferma maglia bianca (come miglior giovane) e vera sorpresa del Giro. Staccati solo sul dente finale Eddy Mazzoleni, gregario di Savoldelli, che tiene le ruote dei migliori mente il capitano naufraga a oltre 5'. Ancora poco brillante quando la fatica si fa sentire maggiormente Damiano Cunego che, al traguardo, paga 19" e in classifica si trova a 2'10" da Di Luca. Il "piccolo principe" veronese dice di attendere la terza settimana, dove le sue qualità di scattista e resistenza vengono esaltate, intanto però deve cercare di non trovare una classifica già chiusa.

Le classifiche 12a tappa Scalenghe-Briancon, 163 km.: 1. Danilo Di Luca (Ita/Liquigas) in 4.46’39" (media 34.118), 2. Gilberto Simoni st 3. Andy Schleck (Lus) a 7", 4. Addy Mazzoleni a 15", 5. Damiano Cunego a 19", 6. Stefano Garzelli a 2’17", 7. Yaonn Le Boulanger (Fra) a 2’33", 8. Marzio Bruseghin st, 9. Riccardo Riccò a 2’38", 10. Franco Pellizotti a 2’39", 18. Paolo Savoldelli a 5’49". Classifica generale: 1. Danilo Di Luca (Ita/Liquigas) in 56.42’25" 2. Marzio Bruseghin a 1’03", 3. David Arroyo (Spa) a 1’16", 4. Andy Schleck (Lus) a 1’25", 5. Francisco Vila (Spa) a 1’39", 6. Damiano Cunego a 2’10", 7. Emanuele Sella a 2’14", 8. Gilberto Simoni a 2’34", 9. Evgeni Petrov (Rus) a 2’48", 10. Eddy Mazzoleni a 3’28", 12. Riccardo Riccò a 5’01", 13. Stefano Garzelli a 6’03", 15. Paolo Savoldelli a 7’51", 19. Yaroslav Popovych (Ucr) a 9’34".