Giro del mondo con marionette

I Colla, la celebre compagnia marionettistica ottocentesca, tornano al Piccolo con la riduzione per marionette de Il giro del Mondo in ottanta giorni tratta dall'omonimo romanzo di Jules Verne. Un vero kolossal, ma non cinematografico: diciotto quadri, scene, diverse l'una dall'altra costituiscono solo il paesaggio in cui si muoveranno le trecentoventi figure di legno, realizzate a mano. La colonna sonora riveste un ruolo di grande importanza nelle produzioni dei Colla: composta con attenzione storica ai tempi e luoghi di cui si parla (dai valzer, polke e mazurche, fino alle interpretazioni dell'epoca della musica orientale), è orchestrata da Danilo Lorenzini, autore milanese e docente al Conservatorio. La storica Compagnia, attiva a Milano e in tutta l'Italia del Nord dal 1800 e al Teatro Gerolamo in particolare dal 1911 (fino alla sua chiusura, 1957, da allora i Colla girano in Italia e all'estero senza più uno stabile), sta per riproporre una medaglia del proprio repertorio: era il lontano 1894, quando lo spettacolo fu rappresentato per la prima volta, e da allora con successo, fino al 1938 anno in cui, a causa delle leggi razziali, il regime lo censurò (il romanzo di Verne termina con il matrimonio tra il protagonista, l'europeo Phileas Fogg e l'indiana Auda). Fu giudicato scandaloso, ancor più perché la resa dei Colla era attuale e veritiera: il personaggio Passepartout di Verne, ad esempio, era stato sostituito dalla maschera storica dei Colla, ovvero Gerolamo, talmente italiano da parlare in milanese.
Nel 1992 i Colla realizzano una seconda versione del «Giro del mondo»: il protagonista, Phileas Fogg, cambia leggermente. Ora il viaggio è una vera esperienza umana, capace di formarlo e fargli perdere il suo cinismo verso le usanze, modi delle altre popolazioni. Questa versione è quella che si vede oggi, e che ha girato tutto il mondo (compresi gli Stati Uniti, l'Australia e la Francia, dove le marionette avevano la voce degli attori della compagnia di Peter Brook): dall'India al Far West, dall'Oceano al Circo giapponese, fra ponti che crollano, vaporiere che scoppiano, convogli presi d'assalto dai pellerossa.

Il giro del mondo in 80 giorni
fino al 24 giugno
teatro Grassi via Rovello 2
Info. www.piccoloteatro.it
848800304