Giro del Qatar, ciclista morto in hotel

Frederiek Nolf 
avrebbe compiuto 22 anni tra pochi giorni. Il compagno di camera lo ha trovato senza vita nel suo letto: è mistero. Eddy Merckx, dirottore di corsa: "Quinta tappa in parata per lutto"

Doha - Il corridore belga Frederiek Nolf (Topsport Vlaanderen) è stato trovato morto nella sua camera d’albergo questa mattina. Lo ha annunciato Eddy Merckx, uno dei direttori del Tour del Qatar. L’organizzatore della corsa, la società francese Amaury Sport Organisation e il suo direttore Christian Prudhomme non hanno ancora annunciato ufficialmente la notizia, ma alcuni direttori sportivi di diverse squadre hanno confermato quanto accaduto. Nolf, che avrebbe compiuto 22 anni il 10 febbraio, è stato trovato senza vita nella stanza al 14esimo piano dell’Hotel Ritz-Carlton che occupava insieme a uno dei suoi compagni di squadra,  Kristof Gooddaert. Stamattina ha provato a svegliarlo, ma non riuscendoci ha chiamato il ds. "Ho sentito subito che la mano era fredda - ha detto Jean-Pierre Heynderrickx in lacrime -. Prima di andare a dormire avevamo scherzato insieme. I nostri corridori fanno 4 test medici all’anno. Frederiek era in piena forma".

La scoperta "Quest’ultimo - secondo quanto spiegato da Eddy Merckx, uno dei direttori di corsa - costatando che Frederiek Nolf non si svegliava ha avvertito il suo direttore sportivo e un medico che ha constatato il decesso". Dopo quanto accaduto la 5/a tappa del Giro del Qatar da Camel Race Track a Doha Foundation, sarà neutralizzata. "Per rispetto a Frederiek Nolf, i corridori effettueranno questa tappa in parata" ha aggiunto Merckx. La sua improvvisa fine ricorda quella di Fabrice Salanson, che nel 2003 morì in albergo a 23 anni durante il Giro di Germania. Da dilettante Nolf ha vinto la Route de l’Avenir nel 2005. Era passato al professionismo nel 2008.