Giro, Sella fa il bis Suo il tappone dei passi dolomitici

Secondo trionfo in due giorni sulle vette dove volano le aquile per il corridore della Csf-Group-Navigare che ha messo a segno un'altra fuga vincente. Maglia rosa a un cliente scomodo per i nostri big: lo spagnolo Contador

Passo Fedaia (Belluno) - Emanuele Sella ha vinto per distacco la quindicesima tappa del 91/o Giro d'Italia, da Arabba a Passo Fedaia/Marmolada (tappone dolomitico di 153 km). E' il secondo successo consecutivo per il ciclista della Csf Group-Navigare che ieri si era già presentato da solo al comando sull'Alpe di Pampeago, in Val di Fiemme. Il secondo posto, sul traguardo della Marmolada, si è piazzato Domenico Pozzovivo, compagno di squadra di Sella, staccato di 2'05"; terzo Riccardo Riccò, quarto Danilo Di Luca, che ha preceduto nell'ordine Gilberto Simoni e lo spagnolo Alberto Contador. Settimo, infine, Denis Menchov. E' stata una tappa dura, fra continue ascese, dove i migliori, a cominciare da Riccò, Di Luca e Simoni si sono dati battaglia, ma Sella ormai ci ha preso gusto, ad attaccare in salita e... vincere.

Contador maglia rosa Lo spagnolo Alberto Contador è la nuova maglia rosa. Il ciclista della kazaka Astana, vincitore del Tour de France 2007, l'ha strappata al milanese Bosisio, che ieri l'aveva conquistata a spese di Giovanni Visconti. Una maglia da leader per un cliente scomodo per i nostri uomini di punta. Il Giro inizia diventare "caldo".