Giro, tappa allo spagnolo Mayo. Di Luca è ancora in rosa

Lo
spagnolo della Saunier Duval è giunto da solo sul traguardo con 43'' su Giovanni
Visconti, 1’04'' su Marco Marzano, e con 1’08'' su Rasmussen e Petrov. Domani la crono

Comano (Trento) - Iban Mayo ha vinto la diciannovesima tappa del Giro d’Italia, i 179 km da Treviso alle Terme di Comano. Lo spagnolo della Saunier Duval è giunto da solo sul traguardo con 43'' su Giovanni Visconti, 1’04'' su Marco Marzano, e con 1’08'' su Rasmussen e Petrov. Il gruppo della maglia rosa è giunto con 3’13'' di ritardo, preceduto da Aerts e Bernucci.

Nulla di fatto, naturalmente, per quanto riguarda le prime posizioni della classifica: Danilo Di Luca rimane al comando della classifica senza soffrire, dopo aver stoppato sul nascere qualche tentativo di allungo da parte di Simoni, Piepoli, Mazzoleni e Riccò prima del Pian delle Fugazze. È proprio Mayo, invece, a provare l’allungo che risulterà vincente subito il Gpm: lo spagnolo si porta via tutti i corridori che alla fine risulteranno tra i primi, oltre a Garzelli e Losada, a lungo rimasto suo unico compagno di fuga dopo un secondo strappo. È a poco meno di 20 km dall’arrivo che Mayo, in gran forma, si sbarazza anche dal connazionale: l’arrivo sarà in solitaria, per gustarsi il trionfo in quella che sarà l’ultima fuga del Giro. Domani ultima chance per Schleck di insidiare Di Luca nella crono, quindi passerella fino a Milano dopodomani per il sipario.