Giro, vince Di Luca Armstrong perde colpi

L'abruzzese regola Garzelli e Pellizzotti nella quarta tappa, primo arrivo in salita. Maglia rosa allo svedese Loevkvist. Cunego "tradito" da un pedale in volata. Armstrong perde 15" nel finale

San Martino di Castrozza - Sfiora solo la maglia rosa. Quella per due secondi resta allo svedese Thomas Loevkvist (Columbia). Il killer aveva preparato il delitto perfetto. Al primo arrivo in salita Danilo Di Luca batte subito un colpo. Recupera sul colombiano Mauricio Soler, che prova il contropiede a un chilometro e mezzo dal traguardo, tiene dietro un affamato Stefano Garzelli e uno scatenato Franco Pellizzotti (che aveva fatto lavorare la Liquigas tutto il giorno) e va a vincere con uno sprint lungo mille metri. Sornione e in ottima condizione Gilberto Simoni che chiude quinto alle spalle di Soler. Il 37enne trentino sembra aver solo scaldato la gamba per l'Alpe di Siusi (l'arrivo di domani dopo 125 km tutti all'insù) con pendenze dove il neo biker può fare la differenza.

Armstrong perde 15 secondi Per Di Luca niente testa a testa con Damiano Cunego, che "perde" un pedale a 500 metri dall'arrivo e deve accontentarsi di arrivare nel gruppetto dei migliori. Niente duello con Lance Armstrong, l'americano (condizione fisica ancora precaria per lui) non riesce a stare con i migliori nel forcing finale e perde 15 secondi. Tripletta per la Lpr che, dopo la doppietta di Petacchi nei giorni scorsi, mette ancora le mani sulla tappa.

Dedica all'Abruzzo "Oggi volevo vincere per dedicare alla mia terra, l’Abruzzo, questo successo: sono molto felice per esserci riuscito". Sono state le prime parole di Di Luca, dopo la vittoria conquistata nella quarta tappa. Di Luca, nato a Spoltore, in provincia di Pescara, ha voluto rendere omaggio ai propri conterranei colpiti a inizio aprile dal terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo. Già nei giorni scorsi, Di Luca aveva avviato una raccolta di fondi da destinare alle popolazioni terremotate, attraverso la vendita di braccialetti che la scritta "Abruzziamoci", che possono essere acquistati al costo di un euro nelle sedi di partenza e di arrivo delle tappe.

La classifica 1. Thomas Loevkvist (Sve) Columbia-Highroad, 13h05’28", 2. Danilo Di Luca (Ita) Lpr, +2", 3. Michael Rogers (Aus) Columbia-Highroad, +6", 4. Yaroslav Popovich (Ucr) Astana, +26", 5. Levi Leipheimer (Usa) Astana, +26", 6. Lance Armstrong (Usa) Astana, +28", 7. Franco Pellizotti (Ita) Liquigas, +32", 8. Damiano Cunego (Ita) Lampre, +42", 9. Marzio Bruseghin (Ita) Lampre, +42", 10 Calos Sastre (Spa) Cervelo, +49".