Giro di vite contro i boss Inasprito il «41-bis»

Riformato e reso più rigido il cosiddetto articolo 41 bis, ossia il carcere duro per i mafiosi. Aumentano di due anni le pene per l’associazione mafiosa e si estende il reato anche alle «organizzazioni» straniere. Vengono inserite norme per la confisca dei beni di origine mafiosa o di provenienza illecita o la cui consistenza risulti sproporzionata al proprio reddito dichiarato o alla propria attività economica. Sempre in tema di lotta alla mafia, vengono ampliati i poteri di coordinamento del procuratore nazionale antimafia anche in materia di prevenzione. Infine, i mafiosi già condannati non potranno più avvalersi del gratuito patrocinio.