Giro, una volata con spintoni e tante polemiche Visconti brucia Ulissi ma è declassato dai giudici

Dopo i colossi dolomitici Tonale e Aprica non smuovono la classifica. Va in porto la fuga. Sul traguardo di Tirano scintille tra Ulissi e il campione italiano che, stretto alle transenne, spinge via l'avversario e vince lo sprint. Ma viene declassato dai commissari al terzo posto

Tirano - Doveva essere la giornata dell'attacco in discesa di Nibali. Invece la 17esima tappa è quella della fuga di giornata che va in porto. Con una volata a quattro che si chiude con tante polemiche e una decisione dei commissari per dirimere la contesa. L'incidente avviene negli ultimi 100 metri. Diego Ulissi, giovane talento della Lampre, lancia la volata a filo delle transenne. Il campione italiano Giovanni Visconti insegue e prova a sorpassarlo sulla sinistra. Ulissi si sposta lievemente da qual lato, verso le transenne, "chiudendo" il rivale. Visconti allora alza le mani dal manubrio e sposta il giovane andando a vincere. Ma il gesto di alzare le mani dal manubrio negli ultimi metri (vietato dal regolamento) gli costa la tappa. I giudici lo declassano al terzo posto, dietro anche allo spagnolo Pablo Lastras. Niente di fatto tar i big della classifica. Alberto Contador resta in maglia rosa davanti a Michele Scarponi e a Vincenzo Nibali.

Botta a rsiposta dopo il traguardo Scambio di accuse tra i due protagonisti della volata contestata. "Una cosa incredibile. Ulissi mi ha buttato verso la transenne: se non mettevo la mano cadevo in terra. Ulissi è un giovane, ma per tutto il giorno si è comportato male nel gruppetto in fuga e anche in modo maleducato. Se mi squalificano è assurdo". Così il campione italiano Visconti, prima di sapere di essere squalificato per una scorrettezza in volata. "Io ero davanti. Mi è sembrato di fare la mia traiettoria poi ho sentito una mano che mi ha spostato non so. Sono felicissimo, stracontento siamo sulla buona strada" così Ulissi dopo aver tagliato il traguardo di Tirano e prima di sapere di aver vinto la tappa per la squalifica di Visconti. Duro anche Luca Scinto, direttore sportivo della Farnese di Visconti: "Il regolamento parla chiaro. Ulissi ha cambiato traiettoria anche se in maniera intelligente. Però non bisogna staccare le mani dal manubrio quindi anche Giovanni ha sbagliato perché avrebbe vinto nettamente. Al massimo dovevano essere squalifcati entrambi con la vittoria di Lastras. Sarebbe stata la scelta migliore".