"In gita con l’aereo della Finanza". Inchiesta sul generale Speciale

Roma - La prima mossa della Procura militare è stata di chiamare Carlo Bonini, il giornalista del quotidiano La Repubblica che ha sollevato il caso, a riferire in quanto persona informata dei fatti. È iniziata così l’inchiesta aperta dalla Procura militare per verificare i fatti raccontati da Bonini nel suo articolo uscito ieri in edicola. Secondo il giornalista, il generale Roberto Speciale, ex comandante della Guardia di finanza, avrebbe approfittato in modo improprio di mezzi della Guardia di finanza per un viaggio in Alto Adige.

La Procura militare ha aperto un fascicolo sulla vicenda, che Repubblica ha raccontato così: nel febbraio del 2005 il generale Speciale si sarebbe fatto trasportare, insieme alla moglie e un gruppo di altre persone da Roma in Trentino Alto Adige a bordo di un aereo Atr della Guardia di finanza. Il quotidiano ha anche diffuso un video in cui si vede l’ex comandante delle Fiamme gialle scendere dall’aereo in una località montana innevata, insieme a un altro gruppo di uomini e donne vestiti «in borghese». Il viaggio, secondo il quotidiano, sarebbe avvenuto in occasione della 55ª edizione delle gare invernali di sci del corpo militare. «Sull’aereo viaggiarono anche le spigole per la cena che, per questioni di maltempo, non arrivarono a destinazione - prosegue il quotidiano -. Della vicenda esiste anche un video che testimonia l’arrivo degli ospiti tra le montagne del Trentino». Video che il giornale diretto da Ezio Mauro ha fatto circolare ieri attraverso internet.

Speciale è l’ex comandante della Guardia di finanza, rimosso dall’incarico pochi mesi fa dal governo Prodi subito dopo la denuncia del Giornale sulle pressioni che il viceministro Vincenzo Visco aveva esercitato sull’ufficiale perché rimuovesse i vertici della Gdf della Lombardia, tra cui alcuni ufficiali che indagavano sull’affare Unipol. Sulla vicenda, La Repubblica aveva preso posizione in modo netto, criticando la figura di Speciale.

Il nuovo caso ha provocato ovviamente numerose reazioni e diverse interrogazioni parlamentari da parte di esponenti del centro-sinistra.