Dalla gita al suicidio: uccisa dall’anoressia

Dice no agli amici che volevano portarla a fare una gita fuori porta, rimane sola in casa, prende la pistola del padre, un ex carabiniere, la punta al cuore e si spara. Così si è uccisa ieri mattina una giovane di 24 anni, malata da tempo di anoressia, a Sora, vicino Frosinone. A trovare il cadavere della giovane, da poco laureata in Economia e commercio, sono stati i genitori e il fratello nel pomeriggio di ieri quando sono tornati a casa dopo aver trascorso fuori la Pasquetta. La polizia, al momento non ha trovato alcun biglietto della giovane a spiegazione del suicidio. La giovane era da 4 anni in cura da un psicologo di Sora.