«Gite fuori porta? Meglio portare l’ombrello»

«Rischia meno chi va in Emilia e Liguria. In città oggi nuvole e domani pioggia»

L’esperto non lascia grandi speranze ai vacanzieri dell’ultimo minuto: «Ovunque si vada, a Pasqua e Pasquetta, il consiglio è lo stesso: portate con voi l’ombrello».
Sul nord Italia stanno arrivando infatti una serie di perturbazioni che rovineranno il tempo nei prossimi giorni. «Scordiamoci giornate con sole splendente e temperature oltre i venti gradi come è successo venerdì scorso - riprende Daniele Izzo del Centro Epson meteo -. Che cosa succederà oggi? A Milano avremo cielo molto coperto al mattino. Nel pomeriggio si potrà anche veder sbucare qualche raggio di sole tra le nuvole. Il rischio di piogge, per l’intera giornata, è comunque basso».
Ma l’attesa è soprattutto per domani, lunedì di Pasquetta, quando i milanesi rimasti in città si metteranno in auto di buon mattino per la gita fuori porta. E il meteo potrebbe rivelarsi un prezioso alleato nella scelta della destinazione.
«Chi si dirige in Lombardia, Piemonte o nel Nordest rischia più degli altri di trovare la pioggia» spiega ancora il meteorologo. A Milano è annunciato «cielo nuvoloso con pioggia a intermittenza per l’intera giornata.» Andrà un po’ meglio nella zona dei Laghi e sulle montagne della Lombardia, «dove il cielo domani sarà coperto ma non dovremmo avere precipitazioni, almeno durante la mattinata» precisa Izzo.
Dove bisogna andare, allora, per sfuggire alla pioggia? «Le nuvole, come detto, copriranno il cielo di tutto il Nord - risponde l’esperto -. Chi si dirige verso la Liguria o le città dell’Emilia ha maggiori probabilità di schivare le piogge, specie nella prima parte della giornata».
La situazione, spiega ancora l’esperto, è in movimento, fare previsioni diventa per questo più difficile. Una cosa è certa, però: «Le temperature non avranno grandi sbalzi, la massima oscillerà tra i 15 e i 17 gradi per diversi giorni, valori leggermente più bassi della madia del periodo». E dei 23 gradi raggiunti venerdì. «Ma quella è stata un’eccezione - aggiunge Izzo -. Bisognerà aspettare un po’ di giorni perché il cielo torni limpido e il sole porti il termometro su quei livelli».
Con le nuvole dovremo infatti fare i conti per buona parte della prossima settimana. «Prepariamoci a giornate con molte nuove in cielo e qualche pioggia - conclude l’esperto - sempre per colpa delle perturbazioni che stanno arrivando a più riprese sui nostri cieli».