Il giudice l’assolve dall’accusa di minacce ai carabinieri

Fabrizio Corona è stato assolto dal giudice milanese Paolo Torti dall’accusa di resistenza a pubblico ufficiale perché fermato nella notte tra il 7 e l’8 marzo aveva insultato i militari dicendo: «Carabinieri di m..., non rompetemi i c..., andate ad arrestate i ladri invece di fermare le persone per bene». Il giudice ha accolto la richiesta di assoluzione formulata dal Pm perché non è configurabile il reato ipotizzato, cioè l’aver esercitato violenze e minacce per impedire ai carabinieri di compiere un atto del loro ufficio. Secondo il giudice si trattava di ingiurie ma per procedere in ordine a questo reato c’è bisogno della querela di parte che nel caso specifico non c’è».