Giudice scambia nana per una bimba e la caccia dall'aula

A Palermo un magistrato prende un granchio pensando che la ragazza di 17 anni di colore affetta da nanismo fosse una bambina

Palermo - Scambiata per una bambina, una ragazzina di 17 anni nana è stata rimproverata da un giudice del Tribunale di Palermo. Grande imbarazzo in aula quando si è scoperto che in realtà si trattava di una diciassettenne. È avvenuto questa mattina nell’aula di udienza della seconda sezione del Tribunale, dove il giudice monocratico Bruno Fasciana stava tenendo una serie di processi. Per legge i bambini non possono entrare nelle aule di giustizia e quando la ragazza, una giovane di colore, è stata notata dentro l’aula il giudice l’ha allontanata. Poi gli è stato chiarito che si trattava di una persona affetta da nanismo, che per di più era in aula come persona offesa in un procedimento. A quel punto l’ordine è stato revocato in un imbarazzato silenzio.