Il giudice Usa «spunta» i ricorsi

Parmalat

I ricorsi contro Bank of America presentati dal commissario straordinario di Parmalat alla magistratura statunitense, sono stati in maggioranza respinti. Il giudice Kaplan, del Distretto Sud della Corte di New York, ha accolto solo 3 dei 15 elementi sui quali si basava una richiesta di risarcimento del valore di circa 10 miliardi di dollari. In agosto una prima sentenza aveva rigettato 8 punti su 12. Bondi aveva presentato appello, aggiungendo ulteriori accuse. La sentenza pronunciata ieri, che ha valore definitivo nella fase preliminare della procedura, ha dunque radicalmente spuntato le armi del commissario volte a ottenere il maxi-risarcimento. I tre punti che restano aperti, e che seguiranno il loro iter, si riferiscono «a fatti marginali», come sottolineano ambienti della banca americana, quali operazioni riguardanti Parmalat Aregentina, Parmalat Venezuela e Food Holding.